Pedemonte

 
{socialsharebuttons}

Attestato dai documenti tra il XIII e il XIV secolo, il paese di Pedemonte si trovava a 460 m di altitudine lungo una dorsale della vallata di Pomonte ed era l'abitato medievale a maggiore quota dell'isola d'Elba. I resti del paese si trovano in località «La Terra» (il termine «terra» significavava «paese»); il tessuto urbanistico del villaggio si svolgeva lungo un ripido fianco montano organizzato su terrazzamenti. Le abitazioni presentavano una copertura in piccole lastre di ardesia. L'antico villaggio, uno dei Comuni dell'Elba medievale, venne distrutto, secondo la tradizione storiografica, dagli attacchi di Khayr al-Din Barbarossa (1544) e di Dragut (1553). I ruderi di Pedemonte sono stati riscoperti nel 2009 da una squadra di ricercatori diretti dall'architetto Silvestre Ferruzzi.

Chiesa di San Benedetto

I ruderi della piccola chiesa si trovano nella parte più elevata del paese di Pedemonte. Oggi i ruderi si presentano con un adattamento a recinto per capre («caprile»), mentre l'unica parte di muratura rimasta integra è quella della spalletta absidale destra.

Il sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente.

Con l'utilizzo del sito l'utente accetta l'impostazione dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo